Come puoi aiutarci?

5x1000
5x1000
Donazioni
Donazioni
Lasciti
Lasciti
Diventa volontario
Diventa volontario
  • Il volo dei nostri piccoli
  • Abbiamo nutrito la speranza con la fede
  • La gioia del risveglio

Vuoi dare un po' del tuo tempo?

Il volontariato che proponiamo si fonda sulla relazione che si instaura fra i bambini e ragazzi e il volontario: non occorre essere esperti o avere una professionalità particolare, ciò che conta è essere disposti a mettersi in gioco in una esperienza di condivisione e vicinanza.

Del volontariato nei Centri de la Nostra Famiglia si occupa in particolare l'Associazione di Volontariato don Luigi Monza.

Cosa fa un volontario?

I volontari si affiancano sia ai bambini e ragazzi che accedono ai Centri per effettuare un percorso di riabilitazione, sia a quelli sono ricoverati presso i reparti ospedalieri dell’Istituto Scientifico, dove danno un apporto concreto di solidarietà a chi, lontano da casa, non ha persone con cui condividere la propria situazione.

Scarica il depliant informativo

I volontari sono impegnati in:

  • animazione nell’attività educativa e ricreativa svolta presso i Centri;
  • collaborazione con il personale socio-educativo nella vita quotidiana del bambino;
  • collaborazione nell’attività di catechesi con i bambini e ragazzi;
  • promozione di incontri di amicizia e scambio tra i ragazzi dei Centri di Riabilitazione e le realtà sociali, culturali e parrocchiali del territorio;
  • partecipazione a iniziative varie inerenti il tema dell’handicap (cineforum, conferenze, etc...);
  • sostegno ed interventi concreti a favore delle famiglie dei portatori di handicap.

Da noi non si fa il volontario ma si è volontari perché accade che, a poco a poco, il fare diventa uno stile di vita, una modalità di esprimere se stessi.

E’ possibile mettersi a disposizione dei bambini e dei ragazzi, affiancando gli operatori responsabili dei progetti educativi, in un clima sereno e giocoso dove il sorriso è di casa e dove i volontari sono accolti con affetto e simpatia.

Quando?
  • Durante l’anno, mettendo a disposizione il proprio tempo libero
  • Da giugno a settembre, per un periodo di 15 giorni consecutivi anche con possibilità di residenza
Vuoi sperimentare questo clima?

Se hai più di 17 anni mettiti in contatto con una delle persone indicate sotto, e scoprirai la differenza tra fare il volontario ed essere volontario!

Per saperne di più:

Associazione La Nostra Famiglia
Via Don Luigi Monza, 20 - 23842 Bosisio Parini (LC)
Referente Nazionale: Laura Beretta tel 031/625111 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Referenti Regionali:
Lombardia - Laura Beretta: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Triveneto - Francesca Villanova: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sud - Pierina Zanini: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il tuo 5 x 1000 per la ricerca sanitaria

Da 70 anni,  ogni giorno, ci prendiamo cura di bambini con disabilità, che hanno problemi motori, oppure cognitivi, ma hanno la stessa voglia di vivere di tutti i bambini del mondo. 

Lo facciamo nei nostri 29 Centri di riabilitazione e nei 4 Poli Ospedalieri dell’Istituto Scientifico Eugenio Medea, anche con la RICERCA SANITARIA.

Le patologie di cui ci occupiamo spesso sono molto gravi. Studiamo il funzionamento del cervello e i misteri del DNA per scoprire le cause delle malattie e sperimentiamo nuove metodiche per migliorare l’impatto delle tecniche riabilitative sulla vita del paziente. Partecipiamo a progetti internazionali e studiamo le abilità cognitive dei neonati per diagnosticare precocemente la dislessia e l’autismo.

Quest'anno vogliamo potenziare le ricerche sulle malattie degenerative in età pediatrica, sull’epilessia, sulle malattie rare e sui disturbi dell’apprendimento.

Sostieni anche tu le nostre attività di ricerca.


                   citogenetica       

E’ molto semplice: basta una firma e l’indicazione del codice fiscale 00307430132 all’interno dei moduli 730, UNICO (categoria RICERCA SANITARIA) come nell’esempio 

Chiediamo la tua firma per le attività di ricerca

perché

+ ricerca = + qualità di vita per bambini e famiglie

Continuiamo a crescere insieme. Grazie per la tua fiducia.

In questi anni, grazie a 165.477 firme, abbiamo potuto migliorare le nostre strutture, acquistare pulmini attrezzati e nuovi strumenti per la riabilitazione, realizzare progetti innovativi per l’inclusione per tutti i 29 Centri dell’Associazione, realizzare 38 progetti di ricerca che ci permettono di migliorare la qualità clinica dei nostri interventi riabilitativi nei 4 Poli Scientifici di Bosisio Parini, Conegliano - Pieve di Soligo, San Vito al Tagliamento - Pasian di Prato e Brindisi.


Andamento storico delle donazioni.

L'Associazione la Nostra Famiglia, ente ecclesiastico civilmente riconosciuto, esercita unicamente attività senza scopo di lucro e, dal 1.1.1998 a sensi della Legge 460/97, le attività sanitarie, sociosanitarie, di istruzione e di formazione professionale sono riconosciute quali ONLUS.

Ogni anno, nei Centri di Riabilitazione de La Nostra Famiglia vengono erogate 870.000 prestazioni in favore di oltre 20.000 pazienti, soprattutto disabili. Ma si potrebbe fare molto di più, soprattutto per le persone con disabilità appartenenti alle fasce più deboli e le loro famiglie, che quindi hanno maggiori difficoltà economiche ad accedere ai servizi di riabilitazione, di cura e di accoglienza offerti da la Nostra Famiglia.

 

Entra nella Famiglia, sostieni l’Associazione!

Privati ed aziende possono offrire il proprio contributo scegliendo lo strumento di donazione più adatto, anche in termini di benefici fiscali:

  • Un bonifico bancario su conto corrente intestato ad Associazione “la Nostra Famiglia” presso Banca Popolare di Sondrio, filiale di Lecco, iban IT 86 B 0569 62290 0000003936X96
  • Un versamento sul c.c.p. 16940223 intestato ad Associazione “la Nostra Famiglia” – Ponte Lambro (CO)
  • Un assegno non trasferibile intestato ad Associazione “la Nostra Famiglia”

Benefici fiscali

L'Associazione la Nostra Famiglia, ente ecclesiastico civilmente riconosciuto, esercita unicamente attività senza scopo di lucro e, dal 1.1.1998 a sensi della Legge 460/97, le attività sanitarie, sociosanitarie, di istruzione e di formazione professionale sono riconosciute quali ONLUS.
La sua attività è sostenuta anche da contributi di persone fisiche (privati) e imprese che sono fiscalmente deducibili dal reddito o detraibili dalle imposte sul reddito se erogate con le seguenti modalità:

Persone fisiche: donazioni alle Onlus detrazione o deduzione fiscale
  • Le persone fisiche che effettuano erogazioni liberali in denaro alle Onlus possono fruire della detrazione dall’Irpef nella misura del 26% da calcolare su un importo massimo di 30.000 euro.
    Riferimento normativo art. 15, comma 1.1 DPR 917/86
  • Sempre per le persone fisiche, in alternativa, in base al D.L. n. 35/2005, le erogazioni liberali in denaro o in natura a favore di Onlus sono deducibili nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato o comunque nella misura massima di 70.000 euro.
    Riferimento normativo art. 14, DL 35/05
Imprese: donazioni alle Onlus con deduzione parziale
  • Le imprese possono dedurre, per un importo non superiore a 30.000 euro o, se maggiore, per un importo non superiore al 2% del reddito d’impresa, le liberalità in denaro a favore delle Onlus.
    Riferimento normativo art. 100, comma 2 lett. h)
  • In alternativa, per le imprese o i soggetti IRES sono deducibili dal reddito complessivo, nel limite del 10% dello stesso, e comunque nella misura massima di 70 mila euro annui, le erogazioni liberali in denaro o in natura a favore delle Onlus.
    Riferimento normativo art. 14, DL 35/05

La detrazione/deduzione, in tutte le fattispecie sopra ricordate è consentita solo nel caso in cui i versamenti in denaro siano effettuati con bonifici bancari e/o postali e assegni bancari o circolari.

Alle detrazioni/deduzioni sopra ricordate si aggiunge la deduzione dal reddito, per i soggetti IRES, delle liberalità/contributi erogati a sostegno della ricerca scientifica.

Imprese: donazioni per il finanziamento della ricerca scientifica con deduzione integrale
  • Sono integralmente deducibili dal reddito del soggetto erogante i fondi i denaro trasferiti per il finanziamento della ricerca, a titolo di contributo o liberalità, dalle società e dagli altri soggetti passivi dell'imposta sul reddito delle società (IRES) in favore delle fondazioni aventi per oggetto statutario lo svolgimento o la promozione di attività di ricerca scientifica, individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ovvero degli enti di ricerca vigilati dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.

I fondi trasferiti per il finanziamento della ricerca scientifica, a titolo di contributo o liberalità, sono integralmente deducibili dal reddito del soggetto erogante essendo l’IRCCS “E. Medea” – Associazione “LA Nostra Famiglia” iscritto al n. 208 nell’elenco, allegato al DPCM 04.02.2015, dei soggetti destinatari delle disposizioni recate dall’art. 1, co. 353 della Legge 23 dicembre 2005 n. 266.

Nella causale di versamento il soggetto IRES dovrà specificare la destinazione della liberalità all’attività di ricerca scientifica.
Anche in questo caso i versamenti in denaro, per godere della deducibilità, devono essere effettuati con bonifici bancari e/o postali, carte di credito o prepagate e assegni bancari o circolari.

Lascia la tua impronta. Continua la vita nell’opera de La nostra Famiglia.

Testamento, perché?

Sono ancora poche le persone che in Italia fanno testamento. Forse perché si pensa che fa testamento solo chi dispone di grandi patrimoni. Invece il testamento è lo strumento che permette a ciascun di noi, in vita, di scegliere a chi affidare tutti i nostri beni.

Facendo testamento infatti:

  • si esprime in modo chiaro la propria volontà
  • si possono evitare eventuali conflitti in famiglia
  • si garantiscono i diritti dei propri famigliari
  • si può dare un aiuto concreto a persone che hanno bisogno ed a opere che lavorano per una buona causa come l’Associazione “La Nostra Famiglia”
Chi può fare testamento?

Può fare testamento chiunque abbia compiuto la maggiore età e sia capace di intendere e di volere.

Quando fare testamento?

Si può fare in qualsiasi momento della propria vita. L’ideale è farlo quando si è sereni, non ci sono situazioni personali difficili e quindi si può pensare con tranquillità al futuro dei propri famigliari, degli amici e delle opere che si vuole sostenere.

È importante ricordare che le proprie volontà possono essere modificate e aggiornate in qualsiasi momento.

Come fare testamento?

Vi sono due modalità per fare testamento:

  • Il testamento pubblico: quello per il quale bisogna avvalersi della competenza di un notaio . Il testamento è redatto materialmente dal notaio alla presenza di colui che fa testamento, il testatore, che detta al notaio il contenuto, con la necessaria presenza di due testimoni. Il testamento verrà poi conservato anche dal notaio in condizioni di assoluta sicurezza.
  • Il testamento olografo: uno scritto di propria mano (non può essere scritto a macchina o al computer, né da altra persona sotto dettatura) con calligrafia chiara e comprensibile. Il testamento deve essere firmato con nome e cognome per esteso e datato e deve riportare i propri dati anagrafici, luogo e data di nascita, la residenza, il destinatario e l’oggetto del lascito testamentario

Per saperne di più:

Informazioni sui progetti dell'Associazione "La Nostra Famiglia" che si possono sostenere con un lascito testamentario si possono richiedere a Rita Giglio - Ufficio di Presidenza:
  031 625111
 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Domande e risposte più frequenti in materia.

  • Perché fare testamento visto che il mio coniuge automaticamente erediterà?
    Facendo testamento non solo si garantisce la quota del coniuge ma anche quella dei figli e degli altri eventuali parenti che vi possono concorrere, inoltre vi è la possibilità, nel rispetto della legge, di beneficare anche soggetti terzi.
  • Fino a quale grado di parentela i miei familiari possono ereditare i miei beni?
    In assenza di testamento può avere diritto a parte dei beni di famiglia, anche un parente fino al 6° grado.
  • E nel caso io non abbia parenti?
    Se non si hanno parenti entro il 6° grado e non si fa testamento, l’intero patrimonio, per legge, è attribuito allo Stato.
  • Quanto posso lasciare in eredità a un ente benefico?
    Dipende dall’esistenza e dal numero dei legittimari (coniuge, figli o genitori). La quota massima di eredità che si può lasciare ad una associazione (la cosiddetta porzione disponibile) può variare da ¼ a 2/3 del patrimonio. Nel caso non vi siano eredi legittimari il lascito può essere dell’intero patrimonio.
  • E le tasse da pagare?
    Il D.Lgs. n. 460 del 4/12/1997 prevede che l’intero ammontare dell’eredità, grande o piccolo che sia, se devoluto a una Onlus non è soggetto ad alcuna tassa di successione. È questo il caso dell’Associazione "La Nostra Famiglia" per le attività svolte a favore di soggetti disabili e svantaggiati
  • Cosa posso lasciare?
    È possibile fare un lascito con beni mobili, immobili, denaro, polizze assicurative.
  • Fare un lascito a La Nostra Famiglia può danneggiare i diritti degli eredi?
    No, poiché ad essi la legge riserva – indipendentemente dalla volontà di colui che fa testamento – una quota dell’eredità.

  • La Nostra Missione

    La Nostra Missione

    La missione dell’Associazione La Nostra Famiglia è tutelare la dignità e migliorare la qualità della vita – attraverso specifici interventi di riabilitazione – delle persone con disabilità, specie quelle colpite in età evolutiva (bambini e giovani).

  • I Nostri Numeri

    I Nostri Numeri

    70 anni di impegno, ogni giorno, 28 sedi in Italia in 6 regioni, 2.485 operatori e 373 volontari, 35.080 bambini e ragazzi assistiti

  • La Nostra Storia

    La Nostra Storia

    Era il 28 maggio 1946 quando i primi due bambini fecero il loro ingresso nella casa di Vedano Olona. Nel 1954 il Ministero della Sanità stipulò la prima convenzione con un Centro extraospedaliero di riabilitazione in Italia: era il Centro de La Nostra Famiglia di Ponte Lambro.

Cerca la sede più vicina a te in Italia e nel mondo

Scopri le opportunità di collaborazione con l'Associazione

Lavora con noi

Scopri le opportunità di lavoro e collaborazione con l'Associazione. Guarda le posizioni aperte, inviaci il curriculum.

 

L'Angolo dei bambini dell'Associazione

L'Angolo dei bambini

Disegni, poesie, lavori, testi e foto di momenti di animazione dei bambini in cura presso le sedi de la Nostra Famiglia, o dei loro familiari.

Scopri le opportunità di collaborazione con l'Associazione

Corsi e Convegni

Tieniti aggiornato!
In questa sezione troverai corsi, convegni e incontri in programma nelle nostre sedi di tutta Italia.